1

© Copyright 2018

Gianluca Pica
 


facebook
twitter
linkedin
instagram

facebook
twitter
linkedin
instagram

BLOG DI UNA GUIDA TURISTICA A ROMA

20/04/2019, 14:04

#unaguidaturisticaroma, #atourguiderome, #romeisus, #rome, #roma, #museo, #villaborghese, #bernini, #barocco, #baroque, #arte, #art



VERITA’-SVELATA-DAL-TEMPO


 Una delle opere più enigmatiche del Bernini è questa, la "Verità svelata dal Tempo". Perché? Intanto è incompleta, e poi...



La "Verità svelata dal Tempo" è una delle  meraviglie scultoree del #Bernini, realizzata tra il 1646 ed il 1652. Situata in un angolo della sala dove campeggia, al centro "La fuga di Enea" sempre del maestro del #Barocco, si può innanzitutto notare come il gruppo scultoreo sia incompleto. Non solo il marmo non è completamente lucido, e neanche completamente ben levigato, ma sulle dita della mano sinistra della figura femminile sono riscontrabili ancora i cosiddetti "ponti", quei piccoli pezzettini che uniscono le dita, ed utilizzati dagli scultori per evitare che questi fragili elementi potessero cadere a causa delle scosse provocate dagli strumenti. Un chiaro segno di come l’opera sia incompiuta. Un’altra caratteristica che rende unico il gruppo scultoreo è la totale assenza di committente: attualmente, infatti, non abbiamo alcun documento che attesta chi ha commissionato l’opera. Pare, infatti, che il Bernini l’avesse realizzata per se stesso, quasi per suo diletto, lasciandolo porta alla porta del suo studio al momento della sua morte. Ora, prima di comprendere i possibili motivi di questa bizzarra scelta, passiamo a vedere cosa abbiamo di fronte. Questa splendida ragazza in marmo, alta quasi tre metri, è l’allegoria della Verità: nuda, in quanto deve essere chiara e visibile, con un globo sotto il suo piede sinistro, a simboleggiare come la Verità deve essere un valore universale. E poi il Sole sulla sua mano destra, per capire come ormai la Verità è rivelata. Ma perché nel titolo, allora, compare anche il Tempo? Nonostante non compaia alcun committente, sappiamo molti dettagli dell’opera stessa, come il fatto, per l’appunto, che Bernini volesse realizzare anche l’allegoria del Tempo. Poi, come però possiamo ben vedere, il maestro del #Barocco non è riuscito a portare a compimento le sue volontà. I motivi? Non li sappiamo ancora ma, ovviamente, quando si tratta di un’opera incompiuta sono fioccati le leggende e le dicerie sulle vere origini dell’opera. In quegli anni, infatti, il Bernini ebbe rapporti tempestosi con Papa Innocenzo X, un uomo sicuramente dal carattere non facile. Pare, anche, che il pontefice non avesse mai perdonato al Bernini di avere intessuto proficui rapporti lavorativi con esponenti della famiglia dei Borghese, acerrimi nemici politici dei Pamphilj, la famiglia di appartenenza di Innocenzo X. E quindi, forse, con quest’opera incompiuta possiamo immaginare il nostro Bernini affermare:"Sarò comunque penalizzato da te, caro Papa, ma alla fine, con il passare del Tempo, la Verità sarà a tutti svelata: io sono il migliore!". Il carattere del maestro del Barocco, dopotutto, si potrebbe prestare a questa interpretazione. Altre dicerie affermano che con quest’opera Bernini volesse omaggiare la sua appartenenza al gruppo degli Illuminati, una specie di società più o meno segreta che nel Seicento avrebbe raccolto studiosi, artisti e uomini vari, veicolandoli sotto un’idea ed una visione del mondo univoca: loro, a dispetto della Chiesa, sarebbero stati in possesso della vera Verità. Quindi? Chissà, forse il nostro Bernini volle solamente cimentarsi in un’opera tutta sua, ascrivibile solo alla sua fantasia e alla sua volontà. Forse, però, non sapremo mai il vero motivo. E la Verità resterà per sempre celata... #unaguidaturisticaroma #atourguiderome #romeisus #rome #arte #art 


1
Web agency - Creazione siti web Catania